Seleziona una pagina

Sigma non si ferma al 100-400mm f/5-6.3 DG OS HSM Contemporary ma, a breve distanza dal CP+, presenta tre nuove ottiche della linea Art che ora consta di 7 obiettivi: un 14mm luminosissimo, un 135mm e un aggiornato 24-70mm, tutti con innesto Sigma, Canon e Nikon (con diaframma elettromagnetico) Full frame, tutte costruite per minimizzare flare e ghosting.
Il nuovo Sigma Art 14mm f/1.8 DG HSM è costituito da 16 elementi suddivisi in 11 gruppi con tre lenti FLD a bassa dispersione e quattro elementi SLD (Super Low Dispersion). Il diaframma è a 9 lamelle, la distanza minima di messa a fuoco è di 27cm e il motore HSM è ultrasonico. Tutti gli elementi al suo interno sono in vetro e la lente asferica frontale è da 80mm, per cui il peso è di 1170 grammi.
La seconda nuova ottica è il Sigma Art 135mm f/1.8 DG HSM, molto luminoso, è costruito per esaltare il bokeh nella fotografia di ritratto: è composto da 13 elementi suddivisi in 11 gruppi, con un diaframma a 9 lamelle e un motore ultrasonico HSM.
Sigma Art 24-70mm f/2.8 DG OS HSM è invece un aggiornamento del più classico "zoom tuttofare", tecnicamente rivisto per integrarsi al meglio con i sensori ad alta risoluzione delle nuove fotocamere: è costituito da 19 elementi suddivisi in 14 gruppi, con  tre elementi SLD e quattro elementi asferici e un diaframma a 9 lamelle. Questo nuovo 24-70mm è il quarto di Sigma, a partire da quel 24-70mm f/2.8 EX DG DF lanciato nel 2001.
Source: Fotografia.it