Seleziona una pagina

La nuova EOS 6D Mark II arriva dopo diversi anni dalla presentazione della 6D, una delle Full frame più vendute di Canon, e apporta numerosi e notevoli miglioramenti. Viene collacata nel mondo delle mid range, quindi strizza l’occhio ai cosiddetti prosumer, gli appassionati..ma è chiaro che le potenzialità sono da professionale.
I miglioramenti e lo stacco sul passato sono dati da alcuni punti cardine: il nuovo sensore Dual Pixel CMOS AF da 26Mpxl, il sistema AF, il comparto video, la connettività e la portabilità. Rispetto alla 6D siamo quindi di fronte ad una macchina completamente diversa che potrà dare il meglio anche in ambito video. Molti di questi aspetti sono possibili grazie al processore Digic 7 (su 6D c’era il Digic 5+), ultimo nato in casa Canon e per la prima volta posizionato su Full frame: la gamma ISO è stata portata da 25600 a 40000 espandibili fino a 102400, il tutto con una miglior risoluzione, minor rumore e inseguimento in Live View AF più preciso; il comparto AF ora ha 45 punti tutti a croce, anche in AI Servo; lo scatto continuo è a 6.5fps. Upgrade davvero molto interessante e professionale è il posizionamento di un sistema anti-flickering: in condizioni di luce artificiale la macchina rileva la scena e abbassa gli fps della raffica, si rinuncerà così a qualche scatto ma quelli ottenuti saranno perfetti e senza sfarfallio. Anche l’esposimetro è completamente nuovo: 6D ne utilizza uno da 7560 pixel in grado di riconoscere i colori dando la priorità alla tonalità della pelle. Tutto questo impatta positivamente anche sulla modalità AI Servo (inseguimento): grazie a questa color detection non si corre il rischio che il sistema AF si focalizzi sul colore del soggetto più vicino al punto AF selezionato, di fatto perdendolo.
In modalità video 6D si ferma al Full HD 60p, di fatto relegando il 4K solo alla funzione Time Lapse; grazie al sistema Dual Pixel le transizioni saranno fluide e si potranno programmare direttamente puntando il dito sullo schermo touch mentre la stabilizzazione interna a 5 assi permette riprese anche a mano libera.
Encomio a parte merita il nuovo mirino ottico, non proprio da mid range ma da modello professionale, infatti ereditato da 5D Mark IV; la copertura del campo visivo è pari al 98%, il rapporto di ingrandimento è di 0.71x e sul vetro si troveranno informazioni quali: AF (punti, modalità area), esposizione (modalità, otturatore, apertura, ISO, blocco AE, misurazione) flash (velocità di sincro, blocco FE, compensazione, riduzione occhi rossi), immagini (scheda, raffica) e composizione (griglia, livella).
Le connessioni sono complete: Wi-Fi con NFC e Bluethooth. All’interno c’è poi un sistema GPS e Glonass che può essere lasciato sempre acceso per non perdere la posizione. A discapito di quanto anticipato sui rumors, EOS 6D ha un solo slot perr scheda SD, non due.
Per mettere mano sulla nuova Canon EOS 6D Mark II bisognerà aspettare fino ai primi di luglio, il prezzo solo corpo sarà di € 2189.
Source: Fotografia.it