Seleziona una pagina

Lavorare con un dittatore non è facile. Il fotografo personale di Kim Jong-un non era il primo arrivato, faceva parte del Korean Art Film Studio e aveva già viaggiato con Kim ad Hanoi per il secondo summit con Donald Trump, eppure è stato licenziato.
La colpa?  Essersi messo in mezzo tra Kim e la folla per tre secondi e averlo leggermente coperto con il flash della fotocamera nel filmato trasmesso dalla rete nordcoreana DRPK Today.

Source: Fotografia.it